Spettacoli

Un viaggio nella classica con i Concerti del Lingotto

Torino/Classica

TORINO Nove appuntamenti di livello internazionale che faranno viaggiare lo spettatore da Bach a Ligeti attraversando il classicismo viennese e arrivando fino al grande repertorio del Novecento sinfonico russo. 

Un excursus di ampio respiro per la nuova stagione 2017-2018 dei “Concerti del Lingotto”, organizzata da Lingotto Musica, che si aprirà, il 30 ottobre, all’Auditorium Giovanni Agnelli. 

A dare il via alla kermesse sarà l’eclettico direttore greco-russo Teodor Currentzis e la sua inseparabile formazione, da lui stesso fondata, MusicAeterna, nella “Sinfonia n. 1 in re maggiore op. 25 “Sinfonia classica”” di Prokof'ev, nel “Concerto per pianoforte n. 2 in fa maggiore op. 102”, qui con solista il pianista Alexander Melnikov, e nella “Sinfonia n. 9 in mi bemolle maggiore op. 70”, entrambi di Šostakovic.

A seguire invece, il 27 novembre, il recital del pianista norvegese Leif Ove Andsnes con i “Klavierstücke D 946” di Schubert, la “Sonata op. 31 n. 2 “La tempesta”” di Beethoven e la prima Ballata di Chopin.

Interamente dedicato alla triade del primo classicismo viennese sarà poi, l’11 dicembre, il concerto del violinista e direttore Pinchas Zukerman insieme alla Camerata Salzburg, mentre il 19 dello stesso mese si festeggerà il Natale con il “Weihnachts Oratorium BWV 248” di Bach con l’ensemble Le Concert Lorrain e il Dresdner Kammerchor diretti da Christoph Prégardien.

Da segnalare anche altre illustri star della classica come, il 17 febbraio, Valery Gergiev con la Mariinskij Orchestra e, l’8 marzo, la London Philharmonic Orchestra diretta da Vladimir Jurowski. Il gran finale sarà invece il 30 maggio con l’esordio di Riccardo Muti a Lingotto Musica con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini (Info: lingottomusica.it). 

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Spettacoli