Spettacoli

Ivory. A Crime Story denuncia la distruzione dell'Africa

Ivory. A Crime Story/cinema

FILM In alcune parti del mondo erano e sono ancora animali sacri ma oggi in Africa ormai gli elefanti sono prede. Da massacrare per strappare loro barbaramente le zanne richiestissime nel mercato dell’avorio. Non importa cosa è illegale e cosa non lo è, i bracconieri non si fermano e ogni 15 minuti nel mondo viene ucciso un elefante. Ce lo mostra (con immagini molto crude) nel suo Ivory. A Crime Story, già premiato in mezzo mondo e oggi nei nostri cinema, Sergey Yastrzhembskiy, documentarista, fotografo e regista per passione dopo 30 anni vissuti come diplomatico russo e consigliere di Putin.

Oggi con questo film denuncia la corruzione in Africa che distrugge il continente, che non difende animali e ambiente, ma punta anche il dito verso la chiesa cattolica e i monaci buddisti che alimentano il mercato dell’avorio senza alcun reale controllo e verso la Cina, per la sua avida richiesta di avorio che sta portando gli elefanti sull’orlo della totale estinzione.

 

S. D. P.

Spettacoli