Spettacoli

Winstons, tra prog-rock psichedelia e avanguardia

Roberto Dell’Era/Enrico Gabrielli/Lino Gitto/Winstons

ROMA Sarà un concerto degli Winstons a inaugurare venerdì alle 21,30 la stagione 2017/18 del Monk. Da tempo punto di riferimento per gli appassionati di musica nella Capitale anche quest’anno il club di via Mirri ospiterà ritorni, anteprime, concerti imperdibili che avranno come protagonisti artisti e gruppi di punta della scena indipendente italiana e internazionale. Appuntamento di apertura venerdì con il power trio - basso/ batteria/ tastiere e voci - composto da Roberto Dell’Era (Afterhours), Enrico Gabrielli (Calibro 35) e Lino Gitto (Ufo). I tre musicisti presenteranno brani del loro repertorio fra prog-rock, psichedelia e avanguardia che si ispira a gruppi come Gong e Soft Machine.

Sabato sarà la volta del trio canadese Timber Timbre, mentre il 6 ottobre è in programma il concerto dei Massimo Volume che dal vivo sonorizzeranno “La caduta della Casa Usher”, film del 1928 di Jean Epstein, tratto da due racconti di Edgar Allan Poe.

A ottobre arriveranno fra gli altri anche Dente, Radio Moscow, Colombre, Portico Quartet, Daniele Coccia Paifelman, Jerusalem in my Heart, Coldcut, Willie Peyote. Fra novembre e dicembre suoneranno invece Binker and Moses, Public Service Broadcasting, Chk Chk Chk, Mica P.Hinson, Zola Jesus, Arto Lindsay, Selton e Cigarettes After Sex.

 

STEFANO MILIONI

Spettacoli