Spettacoli

Ligabue: Finalmente torno sul palco!

Luciano Ligabue/Jarnoiotti

CONCERTI «È stata dura aspettare anche perché avevo voglia di tornare, di raccontare il mio disco, che non è un disco politico, ma l’esperienza di un sentimento non risolto, di un amore non corrisposto verso l’Italia, della frustrazione verso tutto ciò che non funziona. Questo non ha a che fare né con la destra né con la sinistra. Sono deluso: avevo creduto che la politica si occupasse degli ultimi, non li lasciasse indietro. Ma sono contento di aver avuto quella illusione». Parola di Luciano Ligabue, che stasera alle 21 (repliche domani, venerdì, sabato e lunedì 18), sarà in scena con il suo tour  Made in Italy, sospeso sei mesi fa a causa di un problema alle corde vocali per il quale l'artista di Correggio è stato poi operato.
Al centro del concerto le canzoni del suo ultimo lavoro discografico Made in Italy, un concept album che attraverso l’alter ego di Ligabue Riko racconta realtà e paradossi del nostro paese. «Riccardo è il mio secondo nome e il personaggio di Riko rappresenta una mia vita parallela, quello che sarei stato se non fossi Ligabue. Riko è uno di noi, un 45enne che sta così così, che non ne può più delle ingiustizie fiscali e sociali di questo paese, che si sfoga il venerdì,serata in cui non vuole “rotti i coglioni”, torna a casa, sente il rubinetto che perde, il letto che cigola e capisce che la sua matrimoniale cade a pezzi, così come la sua casa. Vede gli amici licenziati e trae un sospiro di sollievo: “non è toccato a me”».  
Nei concerti del tour non mancheranno tutti i classici del repertorio di Ligabue e verranno proiettate in anteprima alcune sequenze del film Made in Italy, diretto dal cantante,nelle sale a inizio 2018.

 

STEFANO MILIONI

Spettacoli