Fatti&Storie

Bilancio, le priorità saranno lavoro e Sud

GOVERNO

Il premier punta su  "Lavoro, lavoro, lavoro. E' la vera priorita'". Nella prossima legge di Bilancio ci saranno misure a favore dell'occupazione, ma anche del Mezzogiorno e della crescita. Ad annunciarlo, dal palco della Fiera del Levante a Bari,  il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, che osserva: "L'Italia è cresciuta oltre le previsioni" e "la ripresa economica ha prodotto anche conseguenze positive in termini sociali" con "oltre tre milioni di posti di lavoro recuperati negli ultimi tre anni". "Il numero di occupati in Italia è tornato ai livelli del 2008, che erano livelli record con 23 milioni di persone al lavoro, e il lavoro degli ultimi anni ha quasi interamente recuperato i posti perduti negli anni della crisi  acuta: oltre novecentomila posti di lavoro sono stati recuperati negli ultimi tre anni", rivendica il premier, che non ha dubbi: "Abbiamo una grande occasione per riprendere un cammino di sviluppo, abbiamo il dovere di far corrispondere a questo cammino di sviluppo una riduzione delle diseguaglianze e del disagio sociale e quindi abbiamo il dovere di difendere e di promuovere questa grande occasione, non lasciamocela scappare".

Momento cruciale. Per Gentiloni, "è un momento cruciale per la nostra economia e per il percorso che il Paese sta affrontando. Ci sono notizie incoraggianti: la crescita è andata oltre tutte le previsioni fatte fino a un anno fa, il Paese può vantare performance notevolissime soprattutto in alcuni settori". Ma servono misure a favore della crescita e del lavoro, e il premier garantisce: "Nella legge di bilancio lavoreremo nei confini che ci sono consentiti grazie al fatto che stiamo proseguendo sulla messa in regola dei conti pubblici, sulla riduzione del deficit e il consolidamento del debito. Ma allo stesso tempo abbiamo bisogno, e useremo tutti i margini possibili, di accompagnare la crescita. Lo faremo innanzitutto sul tema del lavoro: lavoro, lavoro, lavoro è la vera priorita'".

Lavoro e Sud.  Le prossime misure economiche del governo punteranno anche sul rilancio del Mezzogiorno, annuncia da Bari Gentiloni.    "Dobbiamo essere consapevoli che una congiuntura nazionale favorevole è la condizione perché le regioni meridionali possano fare il passo avanti  necessario", osserva il premier.

Articoli Correlati
Fatti&Storie