Fatti&Storie

Siccità, al tappeto la dieta mediterranea

made in italy

Con la siccità e il caldo i prodotti  della dieta mediterranea, dal grano per la pasta all'olio extravergine di oliva fino alle conserve di pomodoro, sono andati al tappeto determinando un forte contenimento produttivo. Lo dice una analisi che porta a oltre 2 miliardi le perdite provocate alle coltivazioni e agli allevamenti con una crisi idrica che riguarda circa i 2/3 dei campi coltivati.     Il raccolto di pomodoro per passate, polpe, concentrati e sughi da conserve - avverte Coldiretti - è stimato in calo del 12% rispetto allo scorso anno mentre per il grano duro da pasta si prevede una contrazione media attorno al 10% e la campagna di raccolta delle olive 2017/18 si prospetta una delle peggiori degli ultimi decenni anche se in leggero aumento rispetto allo scorso anno che è stata però pessima in termini quantitativi con 182 mila tonnellate, in calo del 62% rispetto all'annata precedente.

Il rischio del pomodoro. Il rischio di prodotto straniero spacciato per italiano è presente  per il pomodoro da conserva con le importazioni di concentrato dalla Cina che sono aumentate del 43% nel 2016 favorite anche dalla mancanza dell'obbligo di indicare la provenienza nelle confezioni. Attualmente l'etichettatura di origine è obbligatoria solo per la passata di pomodoro, ma la Coldiretti chiede che venga estesa a tutti i derivati, dal concentrato ai sughi fino al ketchup. 

Grano. Una esigenza che vale anche per il grano utilizzato per la pasta con la necessità di rendere immediatamente operativo il decreto interministeriale firmato dal Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e Carlo Calenda che obbliga ad indicare in etichetta la provenienza del grano impiegato nella pasta:  quest'anno proprio per il caldo e la siccità è di qualità ottima con pesi specifici elevati, proteine abbondantemente oltre il 13%, se non il 14% o addirittura il 15%.

Qualità. Non solo danni dunque, il caldo e la siccità hanno decimato le produzioni agricole ma esaltato le caratteristiche qualitative, dalla raccolta di supergrano alla frutta dolcissima cui le condizioni climatiche hanno garantito un elevato grado zuccherino e di sostanze antiossidanti. Anche il pomodoro da industria, dove si è potuto irrigare, sarà quest'anno particolarmente dolce. Nonostante questo le importazioni dall'estero spesso spacciate per nazionali hanno determinato un crollo delle quotazioni in campagna fino al 40%.

Articoli Correlati
Fatti&Storie