Fatti&Storie

Revisori: stop aumento dei costi del personale

ROMA CAPITALE

ROMA Il superamento dei rilievi fatti dal Mef nel 2014 sul salario accessorio, la dismissione di alcune partecipazioni nelle società municipalizzate e poi la verifica del piano di rientro. La relazione dell’Oref, i revisori contabili del Campidoglio, che ha dato parere favorevole con riserva all’assestamento di bilancio 2017-2019 di Palazzo Senatorio tocca ancora una volta alcuni dei nodi irrisolti delle finanze capitoline: debiti, aziende partecipate e costo del personale.
Tra i venti rilievi formulati dall’Oref si legge la richiesta alla giunta di «attivarsi presso il Mef per la definizione dei rilievi mossi nella verifica del 2014, in particolare di quella riguardante il salario accessorio, prima delle erogazioni previste dal nuovo contratto integrativo». Ovvero, l’accordo sulla contrattazione di secondo livello appena siglato dalla giunta Raggi va verificato prima di incorrere in un nuovo richiamo da parte del Tesoro, punto che i revisori hanno già evidenziato con una parere ad hoc a fine giugno.

Faro su Roma Metropolitane

Nel parere di ieri invece l’attenzione va al «mantenimento del rispetto dei limiti previsti per i costi del personale, rilevando un incremento rispetto alla previsione di spesa». L’Oref ricorda anche le vicende di Roma Metropolitane e della Centrale del Latte. «È un parere di carattere politico», replica il presidente della Commissione Bilancio, Marco Terranova.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie