Spettacoli

Ritornano le “Cars” con cuore e cervello

Cinema/Cars 3

ROMA Come corre veloce il tempo, nessuna macchina da corsa può batterlo. Il tempo con i suoi cambiamenti. Lo sanno bene le “Cars” con cuore e cervello protagoniste dell'omonima saga Disney  che al terzo capitolo (dal 14 settembre nei cinema) sono costrette a rinnovarsi e ad affrontare le evoluzioni del tempo a muso duro. 

E lo sa bene Brian Fee, regista di questo nuovo capitolo: «La sfida è proprio quella di evitare che il pubblico abbia la sensazione di aver gia visto tutto - spiega - Resta il discorso del fallimento, l'idea che ciò che conta è l'opportunità nel momento in cui la vivi ma anche temi nuovissimi che abbiamo voluto inserire, evitando le etichette “per bambini” o non, per “maschi o per femmine“. Vogliamo aiutare i bambini a capire che tutto è possibile, che non ci sono barriere:  anche questo tema del fallimento e della difficoltà davanti cui reagire sarà capito e sarà utile per loro».

Gli fa eco Sabrina Ferilli che dà voce a Sally, e La Pina: «Sono felice di constatare che nel mondo Disney tutto si è evoluto, anche le eroine femminili che io detestavo da bambina perché erano delle sciocche anche se i cartoni li ho sempre amati molto».

E quando le si chiede come è cambiata in quest'ultimo capitolo la sua Sally, risponde: «Nel primo “Cars” era un'agguerrita sindacalista, poi è diventata una fidanzata ma non ha perso il suo spirito combattivo e credo che, sin dal primo film, abbiano scelto me perché anche nella vita reale sono una donna agguerrita che non lascia passar nulla, una che può dar fastidio».

Insieme alla Ferilli, nella veste di doppiatori ci sono anche Pino Insegno, Marco Messeri e J-Ax che confessa: «È un po' la mia storia: anche io devo vedermela nel mio mestiere con i piu giovani».

 SILVIA DI PAOLA

 

Spettacoli