Fatti&Storie

Biglietti “lunghi” e micro abbonamenti Gtt

TORINO

CITTA'  Per il trasporto pubblico torinese è un'estate di rivoluzioni. Dopo il bip obbligatorio, anche per chi è titolare di abbonamento, e l’introduzione su alcune linee di nuove regole per la salita e la discesa dai mezzi, ora Gtt si prepara a un nuovo intervento. Il prossimo passo è l’aumento della durata del biglietto singolo, l’introduzione di micro abbonamenti e abbonamenti calibrati in base all’Isee. Sono innovazioni previste dalla nuova tariffazione dei mezzi pubblici torinesi e saranno gradualmente introdotte. Le ha annunciate l’assessora ai Trasporti Maria Lapietra nella diretta Fb della giunta. «La nuova tariffazione - ha detto - introdurrà alcune novità importanti nell’ottica di incrementare l’utilizzo del trasporto pubblico e di lotta all’evasione. La validità del biglietto singolo passerà da 90 minuti a 100, ci saranno micro abbonamenti compreso quello giornaliero che al prezzo di due corse consentirà di utilizzare tutti i mezzi, compresa la metro». Altre innovazioni riguarderanno gli abbonamenti, a cominciare «da quelli già agevolati, per giovani e anziani, che saranno ricalibrati in base all’Isee, e con tariffe agevolate per famiglie numerose. L’abbonamento giovani verrà applicato a tutti fino a 26 anni. Inoltre ci sarà un'unica tariffa urbana e suburbana». Nel frattempo, dal 4 luglio, in ogni stazione è già possibile acquistare il carnet elettronico da 15 corse mentre non sarà più in vendita in settimanale “formula U chip on paper”.

SIMONA LORENZETTI

Articoli Correlati
Fatti&Storie