Sport

Vertice su Donnarumma Ibra si materializza a Torino

CALCIOMERCATO

CALCIO La telenovela più stucchevole di questo inizio estate è ormai giunta alla conclusione: ieri i rappresentati di Donnarumma e del Milan si sono incontrati e hanno formalizzato quello che già si sa da giorni. Ovvero: contratto fino al 2022 a 6 milioni l’anno, il fratello Antonio omaggiato di un milione e tutti più o meno felici e contenti. Non così i professori che aspettavano il ragazzino per l’esame di maturità, già posticipato a causa degli Europei Under 21: la tirata d’orecchie è arrivata («per accogliere la sua richiesta di sostenere le prove suppletive esami rallentati ad altri 57 candidati. È una mancanza di rispetto» ha detto la presidente di commissione), ma non risulta che il numero uno rossonero si sia scomposto più di tanto. Rimanendo al Milan, è fatta per Kucka al Trabzonspor: 6 milioni al Diavolo e plusvalenza di 4. In casa Juve, registrata la “bufala” di Ibrahimovic in sede (con relativo subbuglio social), si insiste per Bernardeschi e Douglas Costa: per il primo servono i “soliti” 40 milioni più bonus, per il secondo più o meno altrettanto. Vale però la pena ricordare che l’eventuale arrivo del brasiliano escluderebbe quello di Danilo o Aurier, avendo i bianconeri a disposizione solo un posto da extracomunitario. L’Inter segue Izzo (Genoa) e lo stesso Aurier, potrebbe cedere Murillo allo Zenit, attende Borja Valero (arriverà) e spera nel colpaccio Di Maria. Quanto al Toro, rischia di dovere sopportare l’assalto del Chelsea a Belotti: in caso di addio al Gallo, occhi su Zapata, Falcinelli e Simeone, che però piace parecchio anche alla Fiorentina. Petrachi si è pure informato su El Shaarawy, ma la pista non è così calda. La Roma da oggi sarà in ritiro a Pinzolo: avendo in partenza Mario Rui (Napoli), sta per chiudere con il Bayer Leverkusen per Wendell.
DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport