Fatti&Storie

Allarme incendi a Roma trecento roghi in 48 ore

incendi

ROMA Due giorni e due notti di fuoco, con i soccorritori impegnati in oltre trecento interventi a Roma e provincia.  Con una percentuale del 70 per cento di incendi di sterpi e macchia mediterranea e il restante per avverse condizioni atmosferiche create dal forte vento. Fra questi il maxi rogo che ha avvolto in una palla di fuoco 25 camper che si trovavano in un rimessaggio in zona Colli Aniene. Nella notte di mercoledì, invece,  un vasto incendio divampato nel’area verde a ridosso del Tevere -  in via  del Gazometro - è stato spento dopo diverse ore di intervento dai vigili del fuoco. Da accertare le cause scatenanti del rogo, nessuno è rimasto ferito né intossicato, ma tutte le baracche sono andate distrutte.

“Disastro ambientale”

Ad assistere all’incendio alcuni rappresentati del Movimento EcoItaliaSolidale, che  parlano di «una  condizione da disastro ambientale». «Non è più ammissibile - si legge in una nota - lasciare il Tevere in balia di chi vi scarica anche materiali tossici e pericolosi, con la golena ampiamente occupata da insediamenti abusivi ed abbandonata senza alcuna cura o manutenzione, quindi seriamente compromessa in ambito ambientale, ma soprattutto con un alto rischio incendi».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie