Fatti&Storie

Danni e disagi per il nubifragio

TORINO/NUBIFRAGIO

CITTA' Un violento nubifragio si è abbattuto nella notte tra martedì e mercoledì su Torino. Innumerevoli i disagi: centinaia di cittadini hanno preso d'assalto la centrale operativa dei vigili del fuoco per tetti scoperchiati e alberi abbattuti, abitazioni e cantine allagate. Il bilancio è pesante. Corso Moncalieri, ai piedi della collina, è stato chiuso al traffico a causa di una frana, mentre i tombini hanno tracimato in corso Traiano, corso Salvemini e via Giordano Bruno, causando allagamenti. 

E ancora. Parte della balconata di un edificio in via Nino Costa è crollata, diversi rami di alberi si sono spezzati e sono caduti in corso Galileo Ferraris all'angolo con corso Einaudi e in corso San Maurizio mentre un albero è crollato in piazza Carlina, in centro città. A causa delle piante cadute, molti mezzi pubblici sono stati deviati.

Le linee 3 e 6 non percorrono il tratto di corso Regina Margherita tra via Rossini e il ponte Regina Margherita solo direzione Repubblica; la linea 10 tram limita in piazza Statuto; la linea 81 a Moncalieri è deviata causa allagamento sottopasso di via Pastrengo; la linea 57 limita causa alberi caduti in via XXV Aprile a San Mauro.

Problemi si sono registrati anche nel Torinese. A Piobesi, nel Torinese il forte vento e la pioggia hanno divelto le lamiere di protezione del tetto dell’ex salumificio Campagnolo. A Moncalieri, il sottopassaggio della stazione ferroviaria è rimasto allagato e le cantine di strada Carignano sono state invase dall’acqua. Locali allagati anche a Vinovo, Piobesi, Candiolo, None e Nichelino, sempre nel Torinese. Nuovi temporali si sono abbattuti poi nel pomeriggio di ieri.
SIMONA LORENZETTI

Fatti&Storie
Vivere senza supermercato