Fatti&Storie

Sul Muslim Ban prima vittoria per Trump

Trump

USA Un giudizio di “compromesso” della Corte Suprema Usa rappresenta la prima parziale vittoria di Donald Trump in un’aula di giustizia sul suo “Muslim Ban”: il divieto di ingresso negli Usa per 90 giorni ai cittadini (per 120 giorni ai profughi) provenienti da 6 Paesi musulmani (Iran, Sria, Libia, Yemen, Sudan e Somalia), finora sospeso da diverse corti federali. La sentenza - non presa all’unanimità - prescrive che il divieto non si applichi solo «agli stranieri che possono sostenere in buona fede di avere rapporti con un persona (un parente o un amico) o un’entità (caso che riguarda gli studenti universitari) negli Stati Uniti». Una definizione vaga che rischia di portare ad «uno tsunami di ricorsi». Il “Muslim Ban” resta parzialmente valido sino alla decisione della Corte Suprema che si è aggiornata ad ottobre. Nel frattempo Trump dovrebbe mettere mano alla revisione del sistema di verifica dei requisiti per l’ingresso negli Usa.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie