Spettacoli

Un Dj-Vj Set alla ricerca dell'identità di genere

TEATRO

MILANO La critica l’ha definito una “sorprendente articolazione drammaturgica e visiva” alla ricerca della propria identità di genere. Così, da stasera al 23 giugno, “MDLSX”, spettacolo dei celebri Motus con unica protagonista Silvia Calderoni, sbarcherà alla Sala Fassbinder dell’Elfo Puccini con la regia di Enrico Casagrande e di Daniela Nicolò. Si tratta di uno “scandaloso” viaggio teatrale di questa performer che, dopo dieci anni con i Motus, si avventura in questo esperimento dall’apparente formato del Dj-Vj Set. Una performance che non può certo lasciare indifferente lo spettatore, com’è nello stile dei Motus, affrontando sul palco la questione del cosa fare di sé e di quale posto trovare in un mondo che ingabbia la complessità dell’individuo in categorie rigidamente definite. In realtà, un inno solitario alla libertà di divenire, all’essere altro dai confini del corpo, dal colore della pelle, dalla nazionalità imposta, dalla territorialità forzata e dall’appartenenza a una Patria.
Quello dei Motus non sarà l’unico debutto di oggi all’Elfo Puccini. Perché, da stasera al 23 giugno, debutterà anche, ma alla Sala Bausch, lo spettacolo delle Nina's Drag Queens, “Vedi alla voce alma” su drammaturgia e interpretazione di Lorenzo Piccolo e con la regia di Alessio Calciolari.

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Spettacoli