Job

Pagare via smartphone la rivoluzione di tre startupper

wwworkers.it

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro  

Altro che carte di credito, bancomat, contanti. La rivoluzione per i pagamenti nel mondo arriva da una startup italiana del fintech. E già da oggi grazie a tre imprenditori piemontesi under 35 – Alberto Dalmasso, Dario Brignone, Samuele Pinta – è possibile pagare anche un caffè con lo smartphone.

Così con Satispay il contante del futuro inizia a passare per il cellulare. Un sogno diventato realtà per quasi 250mila utenti che hanno fatto download e oltre 16mila esercenti consorziati. Numeri straordinari per l’Italia, ancorata tutt’oggi all’uso del contante nei piccoli pagamenti. «Siamo nati da un bisogno concreto: creare la possibilità di pagare anche piccole somme di denaro senza contante, idea insostenibile a causa dei circuiti di pagamento attuali, perché dietro ogni transazione con la carta c'è una filiera che deve essere remunerata e che e costosa per l'esercente e persino per il consumatore»,  racconta Andrea Allara, 31enne di Milano, una laurea in Bocconi ed esperienze di lavoro tra l’Italia e gli Stati Uniti. Andrea oggi è responsabile vendite e sviluppo business di Satispay.

Da qui l’idea wow: trovare un sistema di pagamento indipendente ad altissima efficienza. «Non siamo una semplice app per pagare via mobile, ma un vero e proprio network alternativo alle carte di credito o di debito: siamo una mobile payment, ma a differenza di quanto propongono la maggior parte dei colossi hi-tech abbiamo messo a punto un modello veramente rivoluzionario per semplicità e convenienza: siamo sempre gratuiti per i privati e abbattiamo al massimo le commissioni per gli esercenti».

La startup nasce nel 2015: quartiere generale a Milano, sede distaccata a Londra e un team di 45 persone in crescita continua. «Stiamo cercando altre 30 talenti in ambito tech e commerciale».

Dopo aver raccolto oltre 8 milioni di euro attirando anche investitori stranieri, Satispay è oggi protagonista di un terzo round di finanziamento: al momento i tre giovani imprenditori hanno raccolto altri 14,5 milioni, ma il round è ancora aperto e potrebbe crescere ancora molto.

Numeri da capogiro anche per l’utilizzo molto elevato. «Di media per ogni utente attivo l’app viene adottata per sette pagamenti al mese, mentre la media nazionale per le carte di credito si attesta a 2,8. Ogni giorno ci sono 600 nuovi utenti attivi, 40% indicato da altri già esistenti: è il segno che chi usa il servizio è soddisfatto e invita i suoi amici a farlo». E in questi anni liquidi il passaparola sociale per cerchie di amici è la chiave per imporsi sui mercati connessi.

Giampaolo Colletti

@gpcolletti

Articoli Correlati
Job