Fatti&Storie

«I social network fanno male alla salute»

INTERNET

USA Facebook può rendere più infelici e fa anche male alla salute. È l’impietosi diagnosi messa nero su bianco da uno studio pubblicato dall'American Journal of Epidemiology e citato dal Washington Post. Gli autori della ricerca hanno monitorato la salute mentale e le vite sociali di 5.208 adulti  per due anni, tra il 2013 e il 2015. Tutte le informazioni sulla loro salute, sulla loro vita e sull'uso di Facebook sono state monitorate giorno per giorno.
 La conclusione è che l'utilizzo di Facebook è strettamente legato a una salute fisica e psicologica peggiore: ad esempio, ogni volta che alla pubblicazione di uno status non corrisponde un numero di mi piace giudicato sufficiente, secondo lo studio, corrisponde un peggioramento del 5-8% dello stato fisico e mentale.    Facebook non ha incassato i risultati dello studio senza difendersi, e ha contro-citato uno studio della Carnegie Mellon University, secondo cui gli effetti di internet dipendono dalla quantità di tempo che l'utente trascorre on line.  E ha aggiunto che gli utenti che su Facebook hanno ricevuto più commenti e più “mi piace” godono di una soddisfazione sociale più alta dall'1 al 3% rispetto agli altri.     Altri due studi hanno puntato i fari sui social: uno studio condotto su 1.787 adolescenti americani mostra che i social hanno fatto aumentare il loro senso di isolamento, mentre l'altro realizzato su 1.500 giovani britannici ha evidenziato come i siti internet, in particolare quelli che si basano sulle immagini, hanno esacerbato i sentimenti di ansia e inadeguatezza. Ma perché l'attività on line sarebbe così dannosa? «La risposta - dicono i ricercatori - èche sostituire interazioni personali dirette con i contatti on line puo' minacciare la salute. Quello di cui la gente ha davvero bisogno è di amicizie e di interazioni reali».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie