Sport

Tim Cup, Juve favorita Lazio pronta allo sgambetto

Tim Cup

CALCIO Juve favorita, Lazio pronta allo sgambetto. Finale secca di Coppa Italia, stasera all’Olimpico romano. Bianconeri chiamati a vincere per forza di cose, anche e soprattutto per non farsi travolgere dai dubbi e dalle incertezze dopo il ko di tre giorni fa contro la Roma: laziali senza nulla da perdere e, anzi, con il morale a mille per l’Europa già conquistata da settimane e per l’esplosione di Keita. «Rifarei tutto - ha detto Allegri riferendosi alle scelte di formazione fatte contro la Roma -. Un leggero calo era fisiologico. Contro i giallorossi la differenza l’hanno fatta i dettagli e, quando l’attenzione cala, puoi perdere . La causa della sconfitta non è stata il turnover». Stasera, in teoria, giocheranno dal primo minuto tutti i big eccezion fatta per Buffon: Dybala e Mandzukic però non stanno benissimo (anche se si sono allenati entrambi con il gruppo) e magari uno dei due rimarrà inizialmente seduto. «È il momento di raccogliere», ha ribadito Allegri. Animi leggeri in casa biancoceleste, invece. Con Parolo che ha pienamente recuperato e Inzaghi («Farà strada», ha profetizzato Allegri), che si affiderà ancora al 3-5-2 con Keita al fianco di Immobile. Felipe Anderson rimarrebbe seduto, ma è scontato il suo impiego in corso d’opera. «Ci servirà la partita perfetta - così Inzaghi -. La Juve è sempre la Juve, anche se arriva da un ko. In campionato, in casa nostra, perdemmo per una disattenzione ma non demeritammo. Siamo consapevoli dei nostri mezzi: possiamo farcela». La cabala è con lui: «L’ho vinta al primo anno da calciatore e anche all’esordio da allenatore della Primavera». Chissà.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport