Fatti&Storie

Cassazione ok maxi assegno per Veronica Lario

berlusconi

ROMA Silvio Berlusconi dovrà garantire, ogni mese, l’assegno di separazione di due milioni di euro alla sua ex moglie Veronica Lario. Lo ha stabilito la Cassazione rigettando il ricorso dell’ex presidente del Consiglio. Non è stato applicato il nuovo parametro sdoganato nei giorni scorsi dalla stessa Suprema Corte nella pronuncia sul divorzio dell’ex ministro Vittorio Grilli - non più legato al mantenimento del “tenore di vita” goduto durante il matrimonio - perchè per il caso Berlusconi-Lario si parla di assegno in fase di separazione tra i coniugi e non di assegno divorzile. Con la separazione, ricordano i giudici, «il rapporto coniugale non viene meno» compresi gli aspetti «di natura patrimoniale». I giudici hanno poi tenuto conto sia del fatto che Silvio Berlusconi è «fra gli uomini più ricchi al mondo» che della circostanza che «Veronica Lario non può, con i propri mezzi, conseguire il tenore di vita analogo a quello goduto durante il matrimonio».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Uranio impoverito