Sport

La Juve rallenta Lazio in agguato

Coppa Italia

CALCIO Non è bilancio da grande squadra, quello della Juve delle ultime tre giornate di campionato: due punti e sei gol subiti. La Signora ha rallentato: vistosamente, anche. Pareggio a Bergamo contro l’Atalanta, pareggio contro il Toro recuperando nel finale, sconfitta a Roma dopo avere spento la luce nella ripresa. In mezzo, certo, la Champions: con la finale raggiunta quasi in carrozza, il pieno di adrenalina e la testa evidentemente già sintonizzata sulla serata del 3 giugno, quando la sfida sarà contro il Real Madrid. Il rischio in questi casi è quello di proiettarsi fin troppo avanti: Allegri, che contro la Roma ha schierato una Juve “quasi due”, ha prima fatto una sorta di autocritica («Abbiamo dormito tutti: adesso rialziamoci») e poi rilanciato via twitter («Nessuna preoccupazione, ma antenne belle dritte!»). Adesso, però, è davvero tempo di passare all’incasso: domani sera contro la Lazio nella finale di Coppa Italia, domenica ospitando il Crotone che nelle ultime sette giornate di campionato ha raccolto 17 punti (nessuno come lui, a pari merito con il Napoli). Un suicidio verso il tricolore non è immaginabile (mancano tre punti), ma un eventuale ko in Coppa Italia riporterebbe tutto l’ambiente per terra annullando il sogno triplete: il popolo bianconero comunque attende pronto riscatto, anche perché in stagione la Juve ha sempre vinto il match successivo a un ko.
Quanto alla Lazio, non avrà nulla da perdere: se poi arrivasse il (mezzo) miracolo, la truppa di Inzaghi (45 gol incassati in 36 partite: un po’ troppi) festeggerebbe per giorni interi.

DOMEMICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport