Fatti&Storie

«Vaccini obbligatori per andare a scuola»

Vaccini

ROMA  L’obbligo di vaccinazione per accedere alle scuole potrebbe arrivare in Consiglio dei Ministri la prossima settimana. La ministra della Salute Beatrice Lorenzin ha annunciato di aver preparato una proposta di legge e che è sua intenzione aprire una discussione con i colleghi di governo sottoponendo loro una proposta normativa che condizioni l’accesso alla scuola dell’obbligo alle vaccinazioni ritenute necessarie a salvaguardare la salute della popolazione scolastica. Ipotizzato anche un ampliamento delle vaccinazioni obbligatorie. «Ci saranno aspetti che andranno verificati -ha precisato la ministra - ma credo che i tempi siano maturi per un dibattito su un livello più alto rispetto a quello che abbiamo avuto fino a oggi». Ma non sono mancati elementi di confusione e polemica.  Secondo il Ministero dell’Istruzione, l’obbligo delle vaccinazioni per iscriversi a scuola non deve andare contro il diritto all’istruzione. Per garantire entrambi i diritti -salute e istruzione - i due ministeri «stanno lavorando da oltre due mesi». C’è poi chi è ideologicamente contrario, e infine il tema della logistica a volte carente per le vaccinazioni.  

Esperti:  «Tutela per tutti»

Roma «Di fronte alla scarsa sensibilità della popolazione all’importanza delle vaccinazioni, era necessario attuare uno strumento che tutelasse i più deboli: bambini, anziani, ammalati, soprattutto quelli che non possono vaccinarsi». Lo ha detto Giovanni Maga, virologo dell’Istituto di genetica molecolare del CNR, commentando favorevolmente la proposta di introdurre l’obbligatorietà vaccinale per l’accesso alla scuola dell’obbligo. «Questa misura va letta nell’ottica di un’attenzione verso la salute pubblica - ha detto - Dopo decenni non c’è spazio per alcun dubbio riguardo all’efficacia dei vaccini nell’allontanare le malattie infettive dalla popolazione». «Questo renderà le scuole più sicure -ha commentato Roberto Burioni, medico impegnato pro-vaccini - proteggendo tutti i bambini vaccinati o meno». 

La situazione nelle regioni
Mail bombing dei no vax per i consiglieri delPiemonte per boicottare la presentazione della legge per l’obbligo vaccinale all’asilo. Provvedimento già esiste in Toscana, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. La Lombardia ha annunciato che entro giugno saranno approvate nuove regole con l’obbligo di richiedere i certificati vaccinali dei bimbi dei nidi. Nel Lazio l’iter della legge è partito a gennaio.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Uranio impoverito