Sport

Juventus-Monaco 2-1 I bianconeri in finale

Champions League

CALCIO La nona finale di Champions League (compresa la vecchia Coppa Campioni) è servit
a. Come era quasi ovvio che fosse e come è giusto che sia. La Juventus, dopo avere vinto 2-0 nel Principato, batte 2-1 il Monaco anche allo Stadium e si regala un viaggio a Cardiff: Non sarà ovviamente una passeggiata di salute, quella che Buffon e compagni vivranno molto probabilmente al fianco del Real Madrid (impegnato stasera contro l’Atletico, partendo da 3-0): va però detto subito che la consapevolezza con cui i bianconeri affronteranno l’atto conclusivo della manifestazione sarà del tutto diversa rispetto ad altre occasioni.
Contro il Monaco, la Juve è tornata quella vera: cattiva, concreta, cinica. Ha fatto sfogare i francesi per il primo quarto d’ora (palo di Mbappè, comunque in fuorigioco), poi ha messo la freccia e se n’é andata. Frenata inizialmente da Subosic, super portiere davvero che però nulla ha potuto sul tap-in di un Mandzukic scatenato imbeccato ancora una volta da Dani Alves, arrivato così al terzo assist in due partite. Il brasiliano ha poi pensato bene di raddoppiare personalmente ancor prima di metà gara con una sberla al volo da fuori area: game, set and m
atch. Cui seguivano giocate pregevoli, altre parate di Subosic e un clima di festa inevitabile. Allegri risparmiava anche Dybala e lo chiamava fuori a inizio ripresa, giusto per non correre rischi visto che già Khedira aveva dovuto abbandonare la gara dopo pochi minuti. Era insomma arrivato il tempo di ragionare in prospettiva, nel corso di una semifinale più facile del previsto che vedeva ancora andare a segno Mbappè, il quale metteva così fine dopo 690’ all’imbattibilità bianconera in Champions.
E’ ancora in corsa per tutto, la Signora: domenica sera potrebbe vincere lo scudetto, mercoledì prossimo la Coppa Italia, il 3 giugno la Champions. Altro, per quest’anno, non c’è.

DOMENICO LATAGLIATA

 

Articoli Correlati
Sport