Spettacoli

Erba, Un curioso accidente per ridere su genitori e figli

Torino/Teatro

TORINO L’eterno conflitto tra genitori e figli ambientato a L’Aja, in una famiglia di ricchi commercianti olandesi, legati ai miti del lavoro e del denaro. A raccontarlo in modo divertente è stato nel 1760 uno dei commediografi di successo dell’epoca, il veneziano Carlo Goldoni, nella sua commedia in tre atti, “Un curioso accidente”.

Questo testo sarà rappresentato, da stasera a domenica, al Teatro Erba con la regia di Enrico Fasella e con protagonisti Piero Nuti, Miriam Mesturino, Franco Vaccaro, Luciano Caratto, Barbara Cinquatti, Guido Bonioli e Laura Capitani.

Un divertissement leggero che descriverà agli spettatori il rapporto delicato tra vero e verosimile, la descrizione di una nuova civiltà evoluta, all’epoca, come quella olandese, l'inserimento di figure non tradizionali come quella del mercante e della giovane intraprendente.

Sulla scena  si assisterà ai contrasti tra un padre che, troppo compiaciuto del suo successo sociale, non sa capire i sentimenti della figlia, e questa stessa che, non osando sfidare direttamente l'autorità paterna, nasconde il suo amore contrastato per un giovane ufficiale con un sotterfugio che innesterà tutta una serie di equivoci curiosi.

Si tratta di un fatto vero che Goldoni stesso apprese da suoi conoscenti stando seduto all’allora Caffè della Sultana di piazza San Marco della sua Venezia. Alla fine ad essere esaltati in questo “Un curioso accidente” sono i rapporti uomo-donna con gli uomini che spesso vigliaccamente scappano, mentre le donne coraggiosamente restano ed affrontano le difficoltà (Info: torinospettacoli.it). 

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Spettacoli