Fatti&Storie

Il Made in Italy del cibo fa il boom di export: +10%

made in italy

Il cibo made in Italy  fa boom. E' record storico nelle esportazioni di prodotti agroalimentari che nel 2017 hanno fatto segnare un balzo del 10%, come dice una analisi Coldiretti presentata all'apertura di Tuttofood, alla Fiera di Milano, sulla base dei dati Istat sul commercio estero a gennaio 2017 che migliora il dato mensile dello scorso anno dopo che nell'intero 2016 era stato raggiunto il massimo di sempre di 38,4 miliardi di euro.

Ottimo vino. Il prodotto alimentare italiano più apprezzato all'estero è il vino con un valore di 5,6 miliardi nel 2016, seguito dalla frutta fresca e trasformata con 4,6 miliardi, dagli ortaggi freschi e trasformati per 3,7 miliardi, da animali, carni e salumi per 3 miliardi, latte e derivati per 2,7 miliardi, la pasta con 2,3 miliardi e olio di oliva per 1,2 miliardi. 
La Ue.  Quasi i due terzi delle esportazioni nel 2017 interessano i Paesi dell'Unione Europea con il mercato comunitario che aumenta del 6%, ma il made in Italy a tavola continua a crescere su tutti i principali mercati, dal Nordamerica all'Asia fino all'Oceania. Un balzo del 59% si registra in Russia dove tuttavia i valori restano contenuti a causa dell'embargo che ha colpito gran parte dei prodotti alimentari ad eccezione del vino e della pasta, ma gli Stati Uniti sono di gran lunga, con una crescita dell'11%, il principale mercato fuori dai confini dall'Unione, ed il terzo in termini generali dopo Germania e Francia e prima della Gran Bretagna. 

Articoli Correlati
Fatti&Storie