Sport

La Juve senza paura nella tana di Messi

Champions League

CALCIO Luis Enrique trasmette ottimismo misto a spavalderia («possiamo fare cinque gol, tre dei quali anche in tre minuti») e non potrebbe essere altrimenti. Resta da capire se davvero l’ambiente del Barcellona crede seriamente di poter asfaltare la Juventus come già fatto contro il Psg: l’impressione non è così netta, a dirla tutta. Però stasera sarà match da non perdere per nulla al mondo: blaugrana avanti tutta, Signora in campo con le cinque stelle e una difesa che è stata fatta tutta riposare contro il Pescara per averla fresca e riposata al cospetto di Messi e compagnia. La Juve si sente al top, peraltro: in Champions ha subìto la miseria di due reti in tutta la Champions, in campionato domina, ha in Dybala il giocatore del futuro e pure del presente, in Buffon una specie di totem, in Higuain un giocatore che vorrebbe spaccare il mondo e che non vede l’ora di festeggiare il primo gol in carriera al Camp Nou. Nulla sarà semplice, ovviamente: però vale anche ricordare che l’ultimo 0-4 sul groppone i bianconeri lo hanno patito 17 anni fa sul campo del Celta Vigo, in occasione degli ottavi di finale di Coppa Uefa. «Abbiamo il massimo rispetto per loro – così Allegri -. Servirà una gran partita: c’è poco da pensare, ma solo da agire. Con lucidità».
DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport