Fatti&Storie

Pasquetta, "assediati" il litorale e le fontane

Roma

ROMA Una Pasquetta da copione: litorale preso d’assalto, parchi e ville affollati di romani e turisti per il tradizionale pranzo fuori porta, e le immancabili code da rientro sulle principali arterie. A controllare che tutto andasse bene ieri, ci hanno pensato soprattutto gli agenti della polizia locale, impegnati su più fronti, in primis quello del decoro urbano, specie in seguito alle polemiche suscitate nei giorni scorsi per le fontane storiche scambiate da turisti (e da qualche romano) per piscine.

È accaduto anche nel ponte di Pasqua: due turisti danesi, una donna di 60 anni e un ragazzo di 17, sono stati multati perché sorpresi dai vigili mentre facevano un pediluvio nella fontana dei Due Mari a piazza Venezia. Entrambi si sono visti comminare una sanzione da 450 euro. La donna ha protestato promettendo un formale reclamo presso l’ambasciata danese.
I vigili sono stati impegnati anche in centro, dove hanno sequestrati centinaia di articoli contraffatti, e sulle principali arterie: con gli autovelox hanno controllato in particolare viale Cristoforo Colombo.

A partire dalle 17:30 di ieri il traffico è andato gradualmente aumentando, specie lungo le strade che collegano la Capitale al litorale: si sono registrate code sull’autostrada Roma Civitavecchia, sull’Aurelia, lungo l’Ardeatina e la Pontina, e nel tratto urbano dell’A 24. 

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Amianto a scuola