Fatti&Storie

Trump spinge Pechino a occuparsi della Corea

Corea

ROMA  «Ho avuto una telefonata molto buona con il presidente cinese, a proposito della minaccia della Corea del Nord», ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Le pressioni militari producono i loro effetti e spingono Cina e Russia a invocare soluzioni diplomatiche su Corea e Siria, ma comunque ad assumersi responsabilità. Vale soprattutto per Pechino che ha lanciato un monito a Pyongyang: nel caso fosse intenzionata a un nuovo test nucleare, questo potrebbe portare a un intervento americano di cui sarebbe responsabile la Corea. Per una festività la tensione sarà alta, e il regime ha invitato ad attendersi «un grande evento». Anche la Russia ha invitato ad evitare escalation, ma nel frattempo sono freddi i toni con Washington: il segretario di Stato Tillerson a Mosca ha incontrato Putin e Lavrov ma tutti hanno sottolineato come i rapporti Usa-Russia siano ora non buoni. Elemento di tensione la Siria e il destino di Assad, ancora accusato di uso di armi chimiche. Mosca lo difende, ma dice di essere interessata a una soluzione politica più che ad Assad. Divergenze anche sull’Ucraina e sugli hacker.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Uranio impoverito