Sport

Un campione per amico lo sport torna nelle piazze

ROMA Cosa hanno in comune quattro grandissimi atleti di discipline diverse? Adriano Panatta, Andrea Lucchetta, Francesco Graziani e Jury Chechi hanno presentato a Roma la diciassettesima edizione di "Banca Generali un campione per amico", il più importante evento sportivo-educativo d'Italia che ha come obiettivo quello di avvicinare i più giovani ai valori positivi dello sport. 

L'idea è semplice ma vincente: allestire un campo da calcetto, uno da pallavolo ed una palestra attrezzata nelle più belle piazze d'Italia per richiamare l'attenzione dei più giovani  -tra gadget e momenti di ilarità-  con una esperienza straordinaria di gioco, animazione e divertimento. Chi non vorrebbe imparare a schiacciare con Andrea Lucchetta o farsi dare dei consigli sul tennis da Adriano Panatta? Si comincia mercoledì da Cagliari (calendario completo su www.uncampioneperamico.it). 

«L'animazione sportiva è il punto di contatto più rapido e coinvolgente per trasmettere ai ragazzi i valori tipici di una competizione, come la determinazione, la passione, il rispetto per la propria vita attraverso una sana alimentazione ed uno svago mai imposto», ha detto Adriano Panatta. «Io ho dei figli che hanno scelto di giocare a basket - ha spiegato invece Andrea Lucchetta, senza alcun dubbio uno dei giocatori italiani di pallavolo più forti di sempre - l'importante, quando si fa sport, è divertirsi e trasformare tutto in energia positiva». Le piazze toccate dalla manifestazione si trasformeranno quindi in palestre a cielo aperto, dove i quattro testimonial saranno a disposizione dei bambini per giocare, ridere, animare e trasmettere i veri valori dello sport.

«Per noi è un privilegio mettere la nostra esperienza a disposizione dei ragazzini», ha detto Francesco (Ciccio) Graziani, ancora ieri inseguito ed acclamato da tanti piccoli tifosi. «Ed è importante anche perchè ci aiuta a risolvere il problema della sedentarietà tra i più giovani - ha invece detto il pluri olimpionico Jury Chechi, sottolineando uno dei problemi più evidenti legato alle ultime generazioni.  Banca Generali si affianca per l'ottavo anno alle kermesse:  «Siamo felici di tornare nelle piazze per giocare con i bambini - ha sottolineato Gian Maria Mossa, amministratore delegato di Banca Generali - Portiamo loro non solo una straordinaria giornata di divertimento e sport, ma anche alcuni spunti sull'educazione finanziaria». Nelle piazze sono dunque attesi migliaia di ragazzi, senza diversità di abilità, grazie al coinvolgimento delle Onlus presenti sul territorio, selezionate in collaborazione con il Comitato Paralimpico. I ragazzi non avranno che da portarsi tutta e  scarpe da tennis. e tanta volglia di divertirsi co "Un campione per amico".

METRO 

Articoli Correlati
Sport