Mobilità

La maxiciclabile diventa realtà

ciclovia tirrenica

ROMA La Ciclopista Tirrenica, una mega ciclabile di 1200 chilometri che congiungerà Ventimiglia a Roma scendendo lungo lo Stivale, comincia a diventare realtà dopo l'accordo firmato venerdì dai tre assessori regionali alle infrastrutture di Toscana, Lazio e Liguria.

I tracciati
Il tracciato in Liguria è lungo circa 460 chilometri e interessa importanti siti di valore archeologico e culturale tra cui i Balzi Rossi, Ventimiglia, Albenga e Luni, tocca borghi caratteristici e aree naturali protette (tra cui il Parco Nazionale delle Cinque Terre e quello Regionale di Monte Marcello Magra) ed i tre siti Unesco Beigua Geopark, Centro storico di Genova e Cinque Terre. In Toscana è invece di circa 560 chilometri, compresi i collegamenti multimodali con stazioni ferroviarie e porti, tra cui quello di Piombino che permette di inserire nel tracciato anche l'Isola d'Elba. In Toscana la Ciclovia interessa siti archeologici come Populonia, borghi tipici, la Versilia e la Costa degli Etruschi, citta' d'arte come Pisa e aree naturali protette come il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano e quelli regionali di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli e della Maremma. Il tracciato nel Lazio è di circa 200 chilometri e tocca siti di rilevante valore archeologico come Tarquinia, borghi caratteristici e aree naturali protette come la Riserva Statale del Litorale Romano e il Monumento naturale Palude di Torre Flavia.

Già percorribile
Ad oggi del 1200 km complessivi del tracciato circa 700 sono già percorribili.  La Ciclovia Tirrenica, inserita nella rete ciclabile nazionale BicItalia, è anche collegata con altre importanti ciclovie della rete europea "Eurovelo" e suggestive ciclovie nazionali della rete "Bicitalia", come la Ciclopista dell'Arno e Ciclovia Francigena ed quella degli Appennini e il Grande Raccordo Anulare in Bici (GRAB). METRO

Mobilità