Fatti&Storie

Appendino vs Gentiloni «Deve darci 61 milioni»

TORINO

POLITICA Una vera e propria dichiarazione di guerra contro il governo Gentiloni. È quella lanciata ieri dagli studi di SkyTG24 dalla sindaca Chiara Appendino. «Il governo deve alla Città di Torino 61 milioni, lo dicono due sentenze (Tar e Consiglio di Stato, ndr). Se non vogliono adempiere, siamo pronti a far nominare un commissario ad acta per prendere quelle risorse che ci sono dovute», ha detto la Prima Cittadina. Motivo del contendere i soldi previsti dal Fondo perequativo Ici-Imu.

«Non chiediamo nulla di più di quello che ci è dovuto - ha continuato la Sindaca - e abbiamo intrapreso un’azione legale con grande convinzione. Siamo in un periodo di grande tensione finanziaria e, per non cercare di tagliare i servizi essenziali, nel bilancio comunale abbiamo dovuto fare una manovra sulle spese e sulle entrate».

Il riferimento è al bilancio comunale presentato sabato, oggetto di forti polemiche per gli oltre cinque milioni (da 23,7 a 17,9 milioni) tagliati solo alla cultura. «È inaccettabile che ci dobbiamo sobbarcare l’incapacità del governo di restituire le risorse dovute».

Infine Appendino ha voluto smentire un suo possibile impegno a livello nazionale: «Non sono la candidata premier di M5S. Io sono il sindaco di Torino e per i prossimi 4 anni sarò qui sicuramente». METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie