Fatti&Storie

Pestato in treno Caccia alla coppia

Roma

ROMA È stato massacrato con una tale ferocia da non consentirgli nemmeno di parlare. La vittima è un cittadino bengalese di 34 anni, un bracciante agricolo che vive nella zona di Anzio. Sabato mattina alle 11:30 è stato affrontato sul treno regionale, proveniente da Nettuno e diretto a Roma, da un ragazzo e una ragazza, che all’improvviso si sono accaniti contro di lui fratturandogli, naso, zigomi, e spaccandogli la mandibola. I due si sono dileguati, mentre l’uomo è riuscito a malapena a uscire dalla carrozza, prima di accasciarsi sulla banchina alla stazione di Lavinio. È stato notato da un passante, che ha subito chiamato i soccorsi.

Il caso è affidato agli agenti del commissariato di Anzio e della Polfer. Il 34 enne è stato rapinato di pochi euro e del rinnovo del permesso di soggiorno. Con estrema fatica ha descritto i due aggressori, probabilmente italiani, tra i 20 e i 25 anni di età. Oggi la vittima sarà operata al San Camillo. Chi indaga ha lanciato un appello a eventuali testimoni affinché si facciano avanti, ed è al lavoro sulle immagini del sistema di videosorveglianza delle stazioni per risalire agli aggressori.

Gli investigatori vogliono capire anche se il movente sia solo la rapina: la crudezza dell’aggressione lascia spazio ad altre ipotesi tra le quali quella dell’odio razziale. Il bracciante ha indicato solo la coppia, ma non è escluso che al pestaggio abbiano partecipato anche altre persone.

PAOLO CHIRIATTI

Articoli Correlati
Fatti&Storie