Fatti&Storie

Genova, Grillo toglie il simbolo alla candidata

M5S

 Alla candidata sindaco di Genova, Marika Cassimatis, è stato tolto l'utilizzo del sinmbolo M5S. A deciderlo è stato Beppe Grillo: "In qualità di garante del MoVimento 5 Stelle, al fine di tutelarne l'immagine e preservarne i valori e i principi, ho deciso, nel pieno rispetto del nostro metodo, di non concedere l'utilizzo del simbolo alla lista di Genova con candidata sindaco Marika Cassimatis", scrive sul blog Grillo. Il quale  ritiene che "molti" esponenti della lista di Cassimatis "hanno ripetutamente e continuativamente danneggiato l'immagine del MoVimento 5 Stelle". Grillo ha  quindi indetto nuove Comunarie a Genova, con votazione dalle 10 alle 19. 

"Fidatevi di me". "Se qualcuno non capirà questa scelta, vi chiedo di fidarvi di me", spiega Beppe Grillo sul blog motivando la decisione. "Non possiamo permetterci di candidare persone su cui non siamo sicuri al 100% - spiega Grillo - Vi garantisco che non accadrà, né a questa tornata delle comunali, né alle politiche. Le nostre selezioni rispetteranno il voto online, ma saranno rigorose. Non c'è più spazio per chi cerca solo poltrone", aggiunge Grillo.

"Prendo atto". "Apprendo ora che la mia lista, ancora fantasma in quanto non pubblicata, uscita vincitrice da una votazione democratica, è stata sconfessata da Beppe Grillo. Ne prendo atto", scrive Marika Cassimatis sulla sua pagina Facebook dopo l'annuncio sul blog di Beppe Grillo. 

La vittoria alle Comunarie. Marika Cassimatis aveva vinto le Comunarie con 362 voti, superando al ballottaggio interno Luca Pirondini che di voti ne ha presi 338. Sono stati 700 gli iscritti che avevano preso parte alla votazione online.La vittoria di Cassimatis aveva sorpreso gli esponenti locali del Movimento, anche perché la docente aveva rapporti migliori con i recenti transfughi.

Articoli Correlati
Fatti&Storie