Sport

Inter Settebellezze all'assalto dell'Europa

Campionato

CALCIO L’Inter si guadagna il 4° posto in classifica. Lo fa in attesa che la Lazio giochi il posticipo, d’accordo, ma l’aria dell’entusiasmo, l’aria europea che la Beneamata respira a pieni polmoni, c’è tutta. Merito dello straripante risultato ottenuto a San Siro davanti a 60 mila tifosi quasi increduli. Un 7-1 impronosticabile, costruito ai danni della rivelazione Atalanta grazie a una doppia tripletta argentina, quella di Icardi e Banega, e alla castagna letale dell’ex Gagliardini (di Freuler il gol orobico della bandiera). Roba da far impallidire perfino il 5-1 rifilato al Cagliari. E da far dimenticare, ormai, anche la bruciante sconfitta contro la Roma. Gasperini, l’altro ex, ammette: «L’Inter mi ha impressionato. Questa lezione ci servirà».

Sulle ali del trionfo il tecnico Pioli, ovviamente, che si prende una rivincita sulle voci circa il suo futuro incerto: «È stata una partita eccezionale, ha funzionato tutto». Su Banega (prima tripletta italiana, per lui), parso leader del centrocampo, dice: «È il collettivo che ha giocato da squadra. Poi, chiaramente, Banega ha fatto una grande partita». Parole di miele per Icardi, giunto a quota 20 gol: « Ha solo 24 anni, non ha ancora raggiunto la maturità completa, sa fare tutto. Può arrivare ancora più in alto». Eppure il ct argentino continua a ignorarlo. Maurito alza le spalle: «Un messaggio a Bauza? Nessuno. Non ho il numero...». Sul mercato hanno parlato il ds interista AusilioMuriel e Schick sono forti, ma non possiamo comprare tutti») e la Fiorentina, che negato l’esistenza di un accordo tra Bernardeschi e l’Inter. Si vedrà.

METRO

Articoli Correlati
Sport