Spettacoli

Viaggio tra elettro e funk per We are the Music Makers

Roma/Musica

ROMA  Musica elettronica italiana e internazionale nella seconda edizione di “Manifesto - We are the music makers” in programma oggi e domani al Monk. 

Dopo il successo della prima edizione, dedicata all'elettronica del nostro paese, la rassegna proporrà quest'anno un viaggio fra musica elettronica e folk, generi apparentemente distanti fra di loro, ma che stanno trovando sempre più punti di contatto nelle espressioni musicali contemporanee.

Quattro i gruppi e gli artisti sul palco nella prima serata, a partire da Com Truise, dj americano capace di fondere drum'n'bass e synth-pop omirico anni '80, e Clap! Clap!, producer italiano conosciuto ai suoi esordi con lo pseudonimo di Digi G'Alessio.

Sul palco stasera anche Agustin Rivaldo, in arte Barrio Lindo, musicista argentino che unisce elettronica e musica popolare latina, e il dj ed esploratore di suoni Filoq

Domani sarà invece la volta del duo peruviano Dengue Dengue Dengue, di Ash Koosha, polistrumentista, compositore e produttore iraniano, che ha approfondito il concetto di “nano-composizione”, composizione sonora che segue l'andamento dei frattali all'interno di un'onda sonora ridimensionata. Sul palco anche gli italiani Spartiti e la musicista parigina Cleo T.

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati
Spettacoli