Fatti&Storie

Calano del 5% le multe Ma meno della metà paga

Milano

MOBILITA' Anche se Milano, secondo un report recente è la capitale italiana delle multe, le sanzioni diminuiscono: del 5% tra il 2015 e il 2016. Non tantissimo ma abbastanza da far dire all'assessore alla Sicurezza Carmela Rozza che il Comune non vuole fare cassa con le multe.

Dalle 3.559.014 multe del 2015 si è passati a 3.384.631 del 2016 con un saldo negativo di 174mila e 383. Aumentano le invasioni delle corsie preferenziali, le sanzioni per guida con il cellulare in mano che fanno registrare un +1353 (da 3917 a 5270) e quelle per la sosta selvaggia, un terzo del totale. Mentre sono in drastico calo le multe per eccesso di velocità segnalate dagli autovelox: 186mila e 243 sanzioni in meno.

Ad essere multati sono soprattutto i non residenti (64,6%). Ma resta difficile incassare: solo il 45% paga nell'anno dell'emissione, meglio comunque del 2013, quando la percentuale era il 30,66%. Poche le multe ai ciclisti, 150, e Rozza ha anche ipotizzato l’uso delle targhe, anche se la strada è lunga.

Contesta i dati De Corato di Fi: «Le ultime statistiche ci dicevano che a Milano nel 2015 il Comune ha incassato 200 milioni di euro rispetto ai 140 del 2014 e nel bilancio del Comune per il 2017 si ipotizza già un introito dalle sanzioni per 320 milioni in controtendenza con gli annunci odierni». METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Uranio impoverito