Motori

La nuova Skoda Octavia in “pista” a marzo

Auto novità

AUTO Modello di punta del brand ceco, non a caso l’Octavia in vent’anni dal 1996 ad oggi ha totalizzato oltre 5 milioni di unità vendute. Proposta da sempre nelle due varianti berlina e station wagon, la “media” Skoda si propone ora con un restyling di sostanza e che punta soprattutto sull’affinamento dello stile, oltre che sulla razionalità dei contenuti. Non cambiano, invece, le dimensioni: la station, ad esempio, è lunga 4670 mm, uno in più della precedente, ma solo perché i paraurti sono stati ridisegnati. A cambiare sia pure di poco è, invece, lo stile del frontale che si segnala per una calandra ridisegnata e dei nuovi gruppi ottici, suddivisi in due elementi e abbinati a dei proiettori full Led standard sul nuovo allestimento di punta, lo Style. Tra le novità di motore c’è il tre cilindri di 100 cc TSI che ora viene offerto anche col cambio a doppia frizione Dsg a sette marce. L’Octavia così attrezzata si fa apprezzare alla guida per l’assetto rigido, ma non troppo, per lo sterzo pronto e diretto oltre che per una guidabilità sempre gradevole. Con il restyling debuttano, poi, anche i nuovi sistemi di assistenza alla guida, come il “front assist” con la frenata d'emergenza e il riconoscimento dei pedoni, l'avviso di angolo “morto”, il “rear traffic Alert” per uscire senza correre rischi dai parcheggi e l'assistenza nelle manovre quando si utilizzano rimorchi. Il “plus” in più della Octavia così come di tutte le Skoda, resta, comunque, lo spazio a bordo, enorme soprattutto per chi trova posto dietro. E anche il bagagliaio che sulla nuova Octavia è da primato: 610 litri che diventano 1.710 abbassando i sedili posteriori. E veniamo alla novità più intrigante, il nuovo schermo “touch” da 9,2 pollici del sistema di infotainment, una delle tante opzioni in grado di nobilitare l’offerta hi-tech della nuova Octavia. Anche la gamma motori è la stessa con un’unità a benzina di 1000 cc da 115 CV a cui si affianca l’interessante versione a metano col 1400 cc G-Tech da 110 CV. Per quanto riguarda i turbodiesel sono previste due cilindrate un 1600 cc da 90 o 115 CV e un 2000 cc da 150 CV anche in versione 4x4. E veniamo ai prezzi delle nuova Skoda che sono stati ritoccati soltanto di un centinaio di euro. Da chiarire che le versione station wagon costano circa 1.000 euro più delle berline, mentre la soglia “base” di prezzo parte dai 20.100 euro della 1000 cc TSI da 115 CV in allestimento Active, mentre il top di gamma è la 2000 cc TDI turbodiesel da 150 CV nel livello Ambition in vendita al prezzo di 26.620 euro.

CORRADO CANALI

Articoli Correlati
Motori