Libri

Fenomeno Chiperi “Ascoltate noi giovani”

Libri/Cristina Chiperi

INTERVISTA Daisy è una diciannovenne determinata a frequentare l'università e approfondire la propria passione per la filosofia. È estroversa e solare, ma ha paura di fare gli stessi errori del passato, tra questi, fidarsi delle persone. Ethan è un ragazzo introverso, che cerca in tutti i modi di recuperare il rapporto con la protagonista. In “Starlight” di Cristina Chiperi (Garzanti, p. 197, euro 14,90) i due volano altissimo – sono stelle binarie che viste la lontano sembrano una sola - così come l’autrice diciottenne fenomeno che con questo libro cerca di bissare il successo di “My dilemma is you”, per mesi in vetta alle classifiche.

Come è nata la sua passione per la scrittura?
Dalla voglia di dare sfogo alla mia fantasia. Ho cominciato a scrivere a otto anni e la mia testa era talmente piena di idee e di pensieri che sentivo proprio la necessità di condividerli.

Chi sono i suoi lettori e cosa le scrivono?
La maggior parte sono adolescenti. Nei messaggi che mi mandano, esprimono una loro opinione riguardo alla storia, oppure fanno ipotesi riguardo a ciò che potrebbe succedere nel libro: spesso mi chiedono consigli su come affrontare la loro paura di mettersi in gioco e di condividere le loro storie, come ho fatto io.

Quali sono i miti dei giovani di oggi? Sono cambiati rispetto al passato?
Non credo. La musica ha sempre un ruolo fondamentale nella nostra vita, pari a quello del leggere un libro. E poi ci sono gli amici e l’amore: avere accanto una persona che sia in grado di ispirarti ogni giorno, di incoraggiarti a dare sempre il massimo, è fondamentale.

Anche il bullismo tra i giovani c’è sempre stato. Che percezione ne ha?
È un fenomeno silenzioso e implacabile e va affrontato in maniera più efficiente, che sia bullismo o cyberbullismo. Non si fa abbastanza. I ragazzi andrebbero controllati molto di più a scuola e bisognerebbe vigilare anche sui loro rapporti social su Internet. L'unione fa la forza; più collaborazione c'è tra insegnanti e famiglie, più sicurezza per i ragazzi.
ANTONELLA FIORI
@aflowerinlife

Libri