Spettacoli

Serata Colorata Musica dai campi fascisti

Musica/Roma

MUSICA Le musiche composte dai musicisti ebrei internati a Ferramonti, in Calabria - si tratta di uno dei più grandi campi fascisti della Seconda Guerra Mondiale- giovedì sera  alle 21 al Parco della Musica.  In occasione del Giorno della Memoria l’Auditorium ospiterà in prima assoluta “Serata Colorata”, un concerto che rievoca le musiche composte e suonate dai musicisti internati a Ferramonti campo di prigionia in cui fra il 1940 e il 1943 transitarono più di 3000 ebrei stranieri e apolidi e altri civili stranieri e dissidenti italiani.
Nonostanta le condizioni di privazione estrema, ferveva l’attività artistica, tra cui i concerti definiti “Bunter Abend” (Serata Colorata), vivaci intrattenimenti musicali in una baracca adibita a sala concerti.
Di questa storia si erano quasi perse le tracce, ma è tornata a vivere grazie al lavoro prezioso di recupero e ricerca musicale di Raffaele Deluca, musicista e musicologo del Conservatorio di Musica “G.Verdi” di Milano. Il concerto ripropone le musiche composte dai prigionieri del campo attraverso un cast che comprende fra gli altri il trombettista Fabrizio Bosso e Peppe Servillo (voce narrante), Ingresso libero con ritiro anticipato dei biglietti presso biglietteria dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati
Spettacoli