Fatti&Storie

Studente imprenditore "Trattato da lebbroso"

Torino/ Il caso merendine

TORINO Dopo le vacanze di Natale è tornato a scuola lo studente dell’Itis Pininfarina di Moncalieri al centro di polemiche per aver creato un mercato parallelo di merendine durante l’intervallo. Il suo rientro, però, non è stato dei migliori. «Ho smesso di vendere le merendine, ma mi costringono a passare gli intervalli chiuso in presidenza», ha raccontato. Lo studente deve ancora scontare 15 giorni di sospensione. Non solo: dovrà fare attività di volontariato e dovrà seguire anche un corso sull’auto-imprenditorialità. Intanto ha fatto rientro in classe, ma all’intervallo gli è precluso frequentare gli altri studenti.

«Sono stato trattato come un lebbroso, emarginato ed allontanato anche fisicamente dai miei stessi compagni e dagli insegnanti – si è sfogato il ragazzo –. Nessuno mi ha rivolto lo sguardo e la parola e continuo a trascorrere gli intervalli rinchiuso in presidenza privo della mia libertà e dignità». E se alcuni studenti continuano a mandargli ordinativi, che restano inevasi, altri lo snobbano, anche perché il 17 enne è stato premiato con una borsa di studio dalla Fondazione Luigi Enaudi. Premio duramente contestato dai compagni con tanto di manifestazione davanti alla scuola. Il 17 enne sta valutando di cambiare istituto, mentre il preside Stefano Fava auspica che cali una volta per tutte il silenzio su questa vicenda.

REBECCA ANVERSA

Fatti&Storie