Fatti&Storie

Settimana di fuoco per la giunta Raggi

Giunta Raggi

 ROMA.  Settimana importante quella che inizia oggi per la giunta Raggi, scossa dagli scandali e dalle fibrillazioni interne al Movimento 5 Stelle. Sul piano politico potrebbe arrivare già oggi, nel corso della consueta riunione del lunedì pomeriggio, la votazione dei consiglieri M5S in Campidoglio sul nome del prossimo vice sindaco di Roma. Dopo che sabato sera Daniele Frongia ha rimesso la delega di vice, a seguito della crisi politica innescata dall’arresto del dirigente del personale Raffaele Marra, il Movimento cerca di ripartire. 

Il nodo vice sindaco
In pole per il ruolo di vice sindaco ci sarebbe Massimo Colomban, da due mesi assessore alle Partecipate. L'imprenditore veneto viene considerato un nome espressione della Casaleggio. Sembrano  minori le possibilità di vedere in quel ruolo Marcello De Vito, attuale presidente dell'Assemblea capitolina, vicino alla parlamentare romana M5S Roberta Lombardi. Per la sostituzione di Raffaele Marra alla guida del personale invece si starebbe pensando ad una dirigente donna. 

 Il nodo giudiziario
Domani sarà interrogato in carcere Raffaele Marra. Con lui sarà interrogato anche l'immobiliarista Sergio Scarpellini, che avrebbe secondo l’accusa versato allo stesso Marra una maxi-tangente da 367mila euro quando questi era alla guida del Dipartimento Personale. Il giorno dopo, in Procura avràluogo l'atteso interrogatorio di Paola Muraro, assessore ai Rifiuti sempre sostenuta dalla sindaca Raggi, indagata per presunti illeciti sulla gestione dei rifiuti quando era consulente dell'Ama. 

Il nodo bilancio
In Campidoglio saranno giorni con il fiato sospeso anche perché entro il 23 dicembre  (comunque entro il 31 dicembre) la maggioranza pentastellata si era impegnata a dare il via libera definitivo al bilancio, e il dibattito in assemblea potrebbe essere l’occasione di una resa dei conti all’interno del Movimento, sempre in attesa delle decisioni di Grillo e Casaleggio.  
METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Vivere senza supermercato