Fatti&Storie

Protocollo da 530 milioni per istituti più sicuri

Scuola

ROMA Il tema della sicurezza delle scuole «deve essere messo al riparo dalle polemiche di parte: se l’Italia mette a posto le scuole mette a posto il proprio futuro». Così il premier Matteo Renzi dopo la firma - in occasione della prima Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole - di un Protocollo d’intesa con la Bei e la Cassa depositi e prestiti per l’incremento delle risorse per il Piano dell'edilizia scolastica. La ministra dell’Istruzione, Stefania Giannini, ha spiegato che complessivamente sono stati stanziati 7,2 mld e la firma del protocollo «integra i fondi di 980 milioni già stanziati lo scorso anno con nuovi 530 milioni per la messa in sicurezza». Gli interventi interesseranno ventimila istituti, ha sottolineato Stefania Giannini, «circa la metà delle scuole del Paese». Critico il M5S: «Il mercato delle vacche in vista del referendum non poteva risparmiare la scuola. La realtà? Per la messa a norma antisismica delle scuole ci sono 200 milioni».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Uranio impoverito