Fatti&Storie

Riduzione dei rifiuti L'impegno nei mercati

TORINO AMBIENTE

TORINO cAnche Torino mette in campo una serie di iniziative in occasione dell’ottava edizione della Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti in programma da oggi fino al 27 novembre.  In particolare le iniziative torinesi si concentrano su tre mercati cittadini: a Porta Palazzo, il mercato più grande d’Europa, alla Crocetta, il mercato rionale più chic, e a quello di via Madama Cristina a San  Salvario.

La prima iniziativa, realizzata insieme ad Amiat, prevede l’incremento della raccolta dell’umido a Porta Palazzo con la sperimentazione per 6 mesi del sistema Novamont. Ogni ambulante avrà a disposizione sacchi compostabili e un trespolo dedicato all’organico, mentre le Sentinelle dei Rifiuti si occuperanno del recupero e redistribuzione delle eccedenze e di fare informazioni.

«Ogni anno a Porta Palazzo - spiega il presidente di Amiat Lorenzo Bagnacani - si producono 610 tonnellate di umido, con questa iniziativa speriamo di aumentare in modo considerevole la quantità arrivando a intercettare tutta la frazione organica. Un’azione di sensibilizzazione che parte da uno dei luoghi simbolo della città multietnica e che va quindi anche in direzione dell’integrazione». L’altra iniziativa riguarda i mercati Madama Cristina e Crocetta dove le cassette usa e getta saranno sostituite con quelle pieghevoli e riutilizzabili. «L’obiettivo della Città - sottolinea l’assessora all'ìAmbiente del Comune di Torino, Stefania Giannuzzi - è arrivare al 65% di raccolta differenziata e queste iniziative vogliono contribuire a raggiungerlo».

RBECCA ANVERSA

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Amianto a scuola