Fatti&Storie

Cremazioni, il Vaticano non le vieta

Vaticano

VATICANO.  Sì della Chiesa cattolica alla cremazione, anche se la sepoltura resta la pratica preferibile; no alla conservazione dell’urna in casa o alla dispersione delle ceneri nella terra, in acqua o nell’aria. È quanto il Vaticano afferma in forma ufficiale con il documento “Ad Resurgendum cum Christo” redatto dalla Congregazione per la dottrina della Fede, approvato da Papa Francesco lo scorso 18 marzo e pubblicato ieri sotto la firma del cardinale Gerhard Mueller prefetto del dicastero vaticano. La nuova “istruzione” ribadisce «le ragioni dottrinali e pastorali perla preferenza della sepoltura dei corpi» ma al tempo stesso spiega che «la cremazione non è vietata».  Resta per la Chiesa il divieto assoluto di «dispersione delle ceneri nell’aria, in terra o in acqua o in altro modo» oppure «la conversione delle ceneri cremate in ricordi commemorativi, in pezzi di gioielleriao in altri oggetti", oltre alla «divisione delle ceneri tra i vari nuclei familiari». Inoltre, «nel caso che il defunto avesse notoriamente disposto la cremazione e la dispersione in natura delle proprie ceneri per ragioni contrarie alla fede cristiana, si devono negare le esequie».

METRO

 

Articoli Correlati
Fatti&Storie