Meteo
 


Spettacoli

Ribot: Ceramic Dog è free punk e underground

Marc Ribot

ROMA Rock fra sperimentazione e psichedelia domenica alle 19,30 sul palco del Monk. Il club di via Mirri, sempre più punto di riferimento nella Capitale per gli amanti della buona musica, ospiterà il concerto di Marc Ribot, chitarrista di grande talento, conosciuto soprattutto per la sua lunga e proficua collaborazione con Tom Waits.
Nato nel 1954 nel New Jersey, Ribot si è trasferito a New York nel 1978 e dal 1984 al 1989 è entrato a far parte dei Lounge Lizards, leggendaria band di John Lurie. Ribot ha contribuito in maniera determinante alla ridefinizione di quel genere di folksinging che gli statunitensi chiamano Americana con la sua preziosa partecipazione al disco-cult di Tom Waits Rain Dogs. Ha collaborato fra gli altri con Solomon Burke, Elvis Costello, Caetano Veloso, Laurie Anderson, David Sylvian, McCoy Tyner, Vinicius Cantuaria e il nostro Vinicio Capossela.
Torna a esibirsi nella Capitale, dove può contare su numerosissimi fans, alla guida dei Ceramic Dog, «non un progetto – spiega lui – ma una vera e propria band, che fonde free, punk, underground, psichedelico e post-elettronico».

Con Ribot sul palco due dei migliori musicisti della nuova generazione: il chitarrista e bassista Shahzad Ismaily e il batterista Ches Smith.

 

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati
Spettacoli