Metroquadrato

I nostri edifici inquinano più delle automobili

Edilizia sostenibile

EDILIZIA. La qualità dell’aria nelle nostre città è influenzata non solo dal traffico ma sempre più dall’arretratezza del patrimonio edilizio, responsabile di più del 50% delle emissioni di biossido di carbonio (CO2) e sino al 30% delle emissioni di particolato (PM). Interventi, anche limitati, sui sistemi di riscaldamento e condizionamento degli edifici, nei soli 20 capoluoghi di Regione, ridurrebbero le emissioni dal 10% al 50% e determinerebbero ricadute positive sulle imprese attive nella filiera dell’efficienza energetica sino a 1 miliardo di euro di volume d’affari. È quanto emerso al 4° Forum Energia promosso anche quest’anno da ENGIE - tra i principali operatori mondiali del settore energetico (www.engie.it) con la collaborazione di ANCI, The European House-Ambrosetti e Politecnico di Milano.

Strutture  vecchie

In Italia, il 55% delle abitazioni ha oltre 40 anni di età (il 75% nelle città metropolitane), e il 56% degli edifici  è nella classe di efficienza energetica più bassa (G), solo il 2% in classe A. Solo per l’edilizia pubblica (scuole comprese) il costo del riscaldamento è quasi di 2 miliardi annui (in crescita: 1,6 miliardi nel 2007). Sul totale dei consumi di energia, il segmento “residenziale” pesa per il 29%, vicino al 33% dei trasporti e comunque di molto superiore al 23% di tutta l’industria, al 13% del terziario, al 2% dell’agricoltura. 

Efficientamento

Nella città di Milano, come ha evidenziato lo studio presentato dal Politecnico, sostituendo il 10% circa degli impianti più vecchi e meno efficienti con impianti più moderni si otterrebbe una riduzione delle emissioni pari al blocco del traffico per ben 6 settimane. Insomma, se si ponesse finalmente al centro delle sue scelte strategiche il tema del “riscaldamento sostenibile” l’Italia rafforzerebbe ulteriormente la sua posizione tra i leader mondiali dell’efficienza energetica, che già oggi la vedono al secondo posto dopo la Germania e a pari merito con il Giappone.

Come rigenerare le città

Dal Forum ENGIE è emerso come sia possibile “rigenerare le città” e migliorare la qualità dell’aria grazie all’efficienza energetica se: sostituendo gli impianti di riscaldamento più obsoleti; dando maggiore certezza normativa; attribuendo ai Comuni risorse certe; favorendo una standardizzazione industriale degli interventi; individuando misure ad hoc per agevolare gli interventi nei condomini.

METRO

Articoli Correlati
Metroquadrato