Spettacoli

Solfrizzi al Manzoni diventa “Sarto per signora”

Milano/Teatro

MILANO Un vaudeville a base di scambi d’identità, sotterfugi, equivoci ed amori segreti. Il tutto ambientato nella città più romantica del mondo, Parigi. Un cocktail perfetto d’ingredienti ad alto tasso di divertimento che vedrà, da giovedì sera al 30 ottobre, in “Sarto per signora” di Georges Feydeau il primo titolo della stagione 2016-2017 di prosa del Teatro Manzoni.

Sul palco, con la traduzione, l’adattamento teatrale e la regia di Valerio Binasco, si troverà un beniamino del pubblico come Emilio Solfrizzi, nei panni del bugiardo dottor Molineaux, un libertino che, pur di stare con la sua amante, si finge sarto per sfuggire al controllo della moglie.

Accanto a lui uno stuolo di personaggi, interpretati, tra gli altri, da Viviana Altieri, Anita Bartolucci, Barbara Bedrina, Fabrizio Contri e Cristiano Dessì, tipici della commedia degli equivoci, in perfetto stile Feydeau.

Perché la trama è basata, come da copione, sul classico triangolo adulterino: lui, lei, l’altro o l’altra, ma soprattutto sulla concentrazione di tutti i personaggi in un solo luogo, in un’esplosione di fuochi d’artificio d’incontri pericolosi e ricchi di colpi di scena frutto di una spassosa babele di mariti, mogli, amanti, amanti dei mariti ed amanti delle mogli (Info: teatromanzoni.it).

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Spettacoli