Famiglia

Non solo fertilità, come tornare a fare più figli

Fertility day

FAMIGLIA. In Italia le donne non fanno figli (1,3 figli per donna) e non lavorano. Sono occupate solo il 48,6 per cento. Inoltre quelle sotto i 30 anni con bambini sono per il 64,4 per cento Neet (not in education, employment or training). Fanno da cuscinetto ad un welfare assente, curando la casa e i figli, ma si negano un lavoro, uno stipendio e una pensione. È (anche) per tutti questi motivi che la campagna del Ministero della Salute per lanciare il Fertility Day del prossimo 22 settembre ha fatto tanto rumore. 
Ma cosa servirebbe davvero alle coppie italiane per fare più bambini? «Il bonus bebè una tantum non è convincente per nessuno» ragiona Riccarda Zezza, che con Alessandro Rosina ha scritto il paper  “Generare futuro- Cultura e politiche per tornare ad essere un paese vitale”. «Dovremmo guardare anche ad esempi positivi come quello di Mondadori Francia. Organizzano le riunioni in accordo al calendario scolastico. Se una settimana la scuola è chiusa, non si fanno meeting. Ed è uso comune. Bastano azioni come questa per far capire che le famiglie, i bambini, sono compresi nella società». L’Italia non è un Paese baby-friendly, né mom-friendly, se si considera che il 30 per cento delle donne perde il posto dopo la maternità. «Per fare più figli ci vorrebbe più cultura. Se i bar e i ristoranti capissero che dotarsi di seggioloni e fasciatoi aumenterebbe i clienti, si creerebbe una situazione win-win». In Germania si può chiedere un assegno per ogni figlio (il Kindergeld) e un’indennità per congedo parentale (l’Elterngeld per i primi 14 mesi). «Inoltre le mamme in Germania hanno l'ostetrica gratis a casa dopo il parto» riflette Sarah, mamma tedesca che vive in Italia. Angela Ostertag, ha 45 anni e 4 figli. È un medico. 
«Lavoro due mezze giornate e una giornata intera. Quando sono a lavoro tutto il giorno un’amica sta a casa con i ragazzi» racconta Angela a Metro. Il marito lavora full time e ha preso un congedo di due mesi per ogni figlio.  

Francesca Guinand

Articoli Correlati
Famiglia