Job

Finanziamenti agli allevatori e imprese agricole

Finanziamenti ad allevatori

ROMA Nuove risorse per il finanziamento dei contratti di filiera e di distretto e per i produttori di latte vaccino. Dopo i 240 milioni già stanziati tra 2014 e 2015, altri 200 milioni di euro sono stati  assegnati al regime di aiuto per lo sviluppo di imprese agricole che appartengono alla stessa filiera o che operano nello stesso distretto produttivo. Mentre da Bruxelles arrivano 150 milioni di fondi Ue per gli allevatori.

Le agevolazioni possono essere richieste per contratti di filiera e di distretto che prevedano investimenti compresi tra 4 e 50 milioni di euro in attivi materiali e attivi immateriali delle aziende agricole, dai macchinari ai software.

Ammessi ai finanziamenti anche gli investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, per la partecipazione dei produttori a regimi di qualità e a misure promozionali e per progetti di ricerca e sviluppo nel settore.

Le agevolazioni possono essere concesse in forma di contributo a fondo perduto per coprire fino al 50% delle spese ammissibili. Previsti finanziamenti pari al 100% delle spese, di cui parte nella forma del finanziamento agevolato e parte in forma di finanziamento bancario.

I contratti di filiera e di distretto possono essere presentati da imprese, cooperative, consorzi, organizzazioni e associazioni di produttori agricoli, associazioni temporanee di impresa tra i soggetti beneficiari, reti di imprese e rappresentanze di distretti rurali e agro-alimentari. A breve il Ministero delle Politiche agricole stabilirà modalità e tempi di presentazione delle domande di aiuto.

Già definiti, invece, i termini per l'accesso ai 150 milioni di euro messi a disposizione dalla Commissione europea per ridurre la produzione di latte e bloccare il calo dei prezzi nel settore lattiero-caseario. Il contributo è destinato ai produttori che riducano le consegne di latte vaccino per un periodo di 3 mesi e può coprire un quantitativo massimo di riduzione delle consegne pari al 50% del totale consegnato.

L'aiuto ammonta a 14 euro per ogni 100 kg di latte vaccino consegnato in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Le domande possono essere presentate agli organismi pagatori rispettando le scadenze: 21 settembre 2016 per il periodo di riduzione da ottobre a dicembre 2016; 12 ottobre per il periodo da novembre 2016 a gennaio 2017; 9 novembre  da dicembre a febbraio 2017; 7 dicembre 2016 per l'ultimo periodo di riduzione, da gennaio a marzo. 

FASI

Job