Libri

Spietata e ambiziosa sembra quasi un uomo

Libri/Lisa Hilton

INTERVISTA Avete presente Anastasia di “50 sfumature di grigio”? Tutto il contrario. Lei è la 27 enne Judith Rashleigh, protagonista di “Maestra” (Longanesi, p. 400, euro 16,90, venduto in tantissimi paesi) thriller psico-erotico d’esordio di Lisa Hilton con un titolo che allude all’arte, alla “maestra “ pittrice Artemisia Gentileschi, ma anche a una donna “maestra” nel gestire molte situazioni complicate. Judith immersa nella bellezza e nell’arte: da Portofino alla Sardegna passando per le coste della Francia e Corsica a una Venezia da sogno. Il romanzo si apre con una scena di sesso degna dell’orgia di Eyes Wide Shut di Kubrick e prosegue con la metamorfosi di Judith, bella, competente, intelligente impiegata in una casa d’aste londinese che dopo il licenziamento capisce che il mondo è fatto di maschilismo, corruzione e snobismo.

Lisa, chi è Judith? Un’arrampicatrice sociale senza pudore che fa fuori chiunque trovi sul suo cammino? Una donna che usa il sesso in un modo assolutamente nuovo?
Un po’ tutte e due. Certo non si fa mettere i piedi in testa dagli uomini.

Una donna come Judith che scopo ha nella vita?
Vivere libera. Senza che nessuno le dica: devi fare così.

È anche abbastanza spietata con i maschi. Serve questa crudeltà?
Di solito sono gli uomini a essere crudeli. Noi aspettiamo invano i loro sms o messaggi. Judith è spietata solo con gli uomini che cercano di sfruttarla. Se capisce che solo uno dei due può vincere, vuol vincere lei. È molto pratica. Come gli uomini.

Per arrivare a ottenere le cose che ci piacciono, cosa dobbiamo fare?
Abbandonare la favola di Cenerentola che aspetta il principe azzurro. E imparare a gestire le emozioni in modo diverso. Non voglio dire che le donne non devono sposarsi o innamorarsi. Ma l’idea che non siamo abbastanza senza un uomo va allontanata.

Come si sarebbe comportata Judith se avesse incontrato Mr Grey?
Certamente non avrebbe cercato di cambiarlo! Anche Twilight in fondo ha alla base la stessa teoria romantica. La protagonista ha un partner che è addirittura un vampiro. Quante cose si possono fare con un vampiro! E invece lei che vuole? Una famiglia con un bambino! Che triste! Che limitazione dell’ambizione…

ANTONELLA FIORI
@aflowerinlife

Libri