Famiglia

I bambini tornano in fasce Va di moda il babywearing

Famiglia

FAMIGLIA. Mani libere e bimbo addosso. Alle mamme 2.0 piacciono sempre di più le fasce per portare i bambini. Non solo perché sono comode e consentono di muoversi senza le difficoltà ma sopratutto perché il contatto col bebè, nei mesi successivi alla gravidanza, fa bene sia al neonato sia alla madre. «Questo contatto - spiega Ilaria Cinefra, presidente della scuola di formazione Babywaring Italia che con consulenti specializzate opera in tutto Italia - è una forma di accudimento che dà una continuità rispetto alla gravidanza. Dai 9 mesi di endogestazione si passa a 9 mesi di esogestazione in cui il bambino matura. Un periodo - sottolinea l'esperta - in cui i neonati hanno solo bisogno di mangiare e stare a contatto con la madre. Tenendolo addosso è provato che il bambino è più tranquillo, piange meno». Non solo. «Il contatto continuo fa sì che la madre produca più ossitocina (l'ormone del legame), più prolattina e quindi più latte, facilitando così anche l'alimentazione naturale».

Una pratica antica
 
Portare addosso i bambini è una pratica antica molto comune in Africa, in India e in Asia. «Noi occidentali ci siamo arrivati un po' dopo - dice Cinefra - La maggior parte di noi sono figli di uno stile di maternage a basso contatto perché per le nostre mamme lavoratrici, femministe, la carrozzina, il porta enfant, il biberon erano visti come elementi che potevano emancipare le donne. Ma oggi la tendenza si è invertita tornando a comprendere l'importanza dell'allattamento al seno così come di altre pratiche antiche di accudimento come, appunto, il semplice contatto fisico».

Le fascioteche

Ma se il babywearing piace tanto non è solo per questo. Portare i bimbi in fascia è anche molto pratico «una mano santa per chi ha già un figlio - dice Cinefra - e riesce meglio a fare tutto».  Per il babywearing il supporto maggiormente usato è la fascia lunga, un telo di stoffa a trama diagonale.  Per farsi un'idea di che fascia scegliere esistono anche le fascioteche, che offrono anche un servizio di noleggio. Tanti sono i video tutorial che si trovano su You Tube e in aumentano sono anche le pagine Facebook dedicate al portare i bimbi con la fascia. 

metro/adnkronos

Articoli Correlati
Famiglia