Metroquadrato

La casa in leasing Agevolazioni per i giovani

Credito immobiliare

CREDITO È arrivata la Guida per acquistare la casa in leasing. È un vademecum, nato da Assilea, Consiglio del Notariato, 11 associazioni dei Consumatori e Dipartimento delle Finanze, che chiarisce le caratteristiche fondamentali del leasing immobiliare abitativo riformato dalla Legge di Stabilità di quest’anno.

Il leasing è fruibile dai soggetti con reddito complessivo non superiore a 55.000 euro, purché privi di abitazione principale. I titolari dei contratti stipulati dall’1 gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2020, potranno portare in detrazione dalla dichiarazione dei redditi i costi in misura più vantaggiosa rispetto ai mutui. In particolare, per i giovani sotto i 35 anni con reddito non superiore a 55 mila euro gli incentivi sono: la detraibilità al 19% dei canoni di leasing (fino 8 mila euro annui) e del prezzo del riscatto (fino a 20 mila euro). Per i soggetti con età uguale o superiore a 35 anni e con reddito non superiore a 55 mila euro, gli incentivi sono la detraibilità al 19% dei canoni di leasing (fino a 4 mila euro annui) e del prezzo del riscatto (fino a 10 mila euro). Sia per gli under 35 che per gli over 35, l'imposta di registro sull'acquisto dell'abitazione “prima casa” è ridotta all'1,5% e questo rende più conveniente per i privati il ricorso al leasing rispetto al mutuo.

Qualora la società di leasing acquisti l'abitazione dal costruttore (soggetto passivo Iva), si applica l'aliquota Iva ridotta del 4%. L'Iva, così come le imposte e le spese notarili e peritali sull'immobile, può essere finanziata in leasing. Il viceministro Casero ha detto: «Il leasing immobiliare spingerà le banche a rendere i mutui più competitivi».

METRO

Metroquadrato